Prossimi eventi

Presentazione del libro: Caramuel - Alla scoperta di un vescovo geniale e mostra di manoscritti
8 Oct, 2022 10:45Auditorium San DionigiIN PRESENZA
GUIDA ALL'ASCOLTO DEL DON GIOVANNI DI MOZART
8 Oct, 2022 16:00Auditorium San DionigiIN PRESENZA
ANGELO AVOGADRO I ROMANIA RURALE
8 Oct, 2022 17:30Galleria Ondedurto.ArteIN PRESENZA
ANGELO FASSINA IN MURALS 2.0
8 Oct, 2022 17:30Galleria Ondedurto.ArteIN PRESENZA
CECI N’EST PAS MOZART! THE WIG SOCIETY
9 Oct, 2022 21:00Auditorium San DionigiIN PRESENZA

Il Festival delle Trasformazioni è un appuntamento annuale che quest’anno organizzerà la sua quinta edizione. È un’iniziativa di Rete Cultura Vigevano che con questo festival – ricco di incontri, eventi e tavole rotonde – intende focalizzare l’attenzione e stimolare il dibattito sulla dinamica attualità che spesso tendiamo a ignorare, per stimolarci a domandarci quale futuro ci riserva il passato da cui veniamo. Il simbolo del festival è il ranocchio, pronto a trasformarsi in principe nel momento in cui sapremo cogliere le opportunità svincolandoci dai pregiudizi e dal timore di affrontare i cambiamenti.

INVITO AL FESTIVAL: Loading… 2021

Loading… 2021 è un percorso di avvicinamento al Festival delle Trasformazioni di quest’anno che raccoglie una serie di contributi delle Associazioni iscritte a Rete Cultura che, per l’attuale situazione di emergenza sanitaria, si svolgono prevalentemente on line e sono accessibili a tutti dalla nostra pagina Facebook e dal canale Youtube di Rete Cultura. Il ranocchio non c’è ancora… ma sta per arrivare!

Festival delle Trasformazioni 2021

THE DAY AFTER – È già domani?

Il Covid-19 oggi ci fa vivere in diretta una delle più grandi trasformazioni del nostro tempo. La pandemia ha trasformato o, meglio, ha accelerato un processo di grandi trasformazioni sgretolando rapidamente tante nostre certezze.
Questi cambiamenti stanno riguardando tutti i settori della nostra vita, la percezione della quotidianità, il modo di lavorare, i comportamenti e le espressioni fino a toccare i nostri sentimenti.
Non necessariamente, però le trasformazioni in corso saranno negative: il nostro futuro sarà diverso, certo, ma ancora tutto da scoprire.
Il Festival di quest’anno – ispirandosi ancora una volta al titolo del film di Nicholas Meyer del 1983 THE DAY AFTER incentrato sugli effetti immediati di un conflitto atomico – vuole aiutarci a scoprire e comprendere, per quanto possibile, quello che ci aspetta e per rispondere alla domanda: oggi è già domani?